Banner 1
logo
Banner 2
MAKING MOVIESAL CINEMA
Tutto può accadere a Broadway
Peter Bogdanovich
2014  (01 Distribution)
COMMEDIA
all MAKING MOVIES
15/05/2019
Peter Bogdanovich
Tutto può accadere a Broadway
Commedia molto divertente che coniuga al meglio il Cinema al mondo del teatro, un impianto strutturale che più classico non si può innaffiato da una freschezza moderna che rende Tutto può accadere a Broadway un film piacevolissimo, da godersi in tutto relax, con impennate sparse dove si ride di gusto.
di Dario Lopez

Bogdanovich è da sempre un nostalgico, un amante della Hollywood che fu, della commedia di classe degli anni d'oro dell'industria cinematografica americana, passione che viene fuori con brio nell'approccio alla direzione, di storia e di attori, in questa sua recente commedia.

New York è protagonista della storia insieme ai suoi interpreti, una New York dove tutti si incontrano più volte, si pestano i piedi l'uno con l'altro, dove gli attori di questa ronde vivace e frizzante si trovano a fronteggiare situazioni imbarazzanti, equivoci e altro ancora, una New York che sembra un paese di provincia per quanto risulta difficile ai protagonisti evitarsi, non imbattersi in momenti difficili da gestire o compromettenti. Tutto nasce dalle voglie di Arnold Albertson (Owen Wilson), regista teatrale di una certa fama, un uomo gentile con la passione per le giovani escort. Proprio una di queste è il fulcro della vicenda: Izzy Patterson (Imogen Poots), proveniente da una famiglia povera, è una ragazza adorabile con il pallino per la recitazione, un'arte nella quale la giovane dimostra di avere i numeri. È proprio Izzy la voce narrante della storia, attrice ormai sulla cresta dell'onda, ci racconta in flashback i giorni della sua ascesa. Dopo aver passato una notte con Arnold, questi le offre un'ingente somma di denaro per darle modo di realizzare i suoi sogni (cosa che scopriremo essere un'abitudine per il regista). Peccato che Arnold sia sposato con l'attrice Delta Simmons (Kathryn Hahn) da diversi anni, la stessa è oggetto del desiderio di Seth Gilbert (Rhys Ifans) attore con fama di donnaiolo e amico di Arnold, nonché protagonista insieme a Delta della nuova commedia che sarà diretta da Arnold stesso. Ai provini dell'opera teatrale in allestimento si presenterà proprio Izzy, cosa che creerà al regista non poco imbarazzo, la ragazza farà involontariamente innamorare di sé lo sceneggiatore Joshua Fleet (Will Forte), attualmente fidanzato con la psicologa nevrotica Jane (Jennifer Aniston) che tra i pazienti ha il giudice Pendergast (Austin Pendleton), un uomo ormai in là con l'età guarda caso innamorato proprio di una giovane escort. Come è intuibile gli elementi per creare situazioni divertenti ed esplosive ci sono tutti e l'esperto Bogdanovich sa come maneggiarli al meglio.

Tutto può accadere a Broadway è una commedia di classe, rielabora stilemi già noti per i quali il regista non manca di palesare il suo amore grazie anche alla scena finale, ma tiene un ritmo sempre alto come da Cinema dei nostri tempi, riserva qualche bella sorpresa, sia nello sviluppo che nell'apparizione di volti inaspettati (no, non vi dirò quali), e alla fine garantisce il giusto divertimento, che poi è quello che a una commedia si chiede. Se poi pensiamo che due nomi come Noah Baumbach e addirittura Wes Anderson si sono presi la briga di produrre questo film, beh... un po' di curiosità dovrebbe nascere in tutti. Che siate fan della screwball comedy del secolo scorso, dei film eleganti della vecchia Hollywood o anche dei più riusciti lavori di Woody Allen, qui potreste trovare pane per i vostri denti e un'oretta e mezza da passare col sorriso stampato sulle labbra. Direi che vale la pena tentare.


TAGS: Bogdanovich | broadway | cinema | commedia | movies | recensione | review