Cerca

Banner 1
logo
Banner 2
PREVIEW, EVENTI E COMUNICATICOMING SOON
The Great Bailout
Moor Mother
2024  (Anti- Records)
NEWS
all PREVIEW, EVENTI E COMUNICATI
04/03/2024
Moor Mother
The Great Bailout
MOOR MOTHER pubblicherà il nuovo album, THE GREAT BAILOUT, l'8 marzo su Anti-, via SpinGo. Un'analisi sulle atrocità del colonialismo britannico. Definito "il poeta laureato dell'apocalisse" da Pitchfork, la musica di Ayewa contiene una moltitudine di strumenti, voci e cacofonie che affrontano temi di afrofuturismo e memoria collettiva pensando ai precursori del jazz, dell'hip hop e della poesia beat.
di La Redazione

Come si fa a cogliere il dono evocativo dell'ultimo album dei Moor Mother, The Great Bailout? Solo seguendo la scia di poesia verbale e sonora. Solo lasciando che Moor Mother e i suoi collaboratori (Lonnie Holley, Mary Lattimore, Alya Al Sultani, Kyle Kidd e altri) facciano da guida.

In uscita l'8 marzo, The Great Bailout è il nono album in studio di Moor Mother, alias Camae Ayewa, e il terzo con la ANTI- Records, con contributi alla produzione di vari brani da parte di Mary Lattimore, Lonnie Holley, Vijay Ayer, Angel Bat Dawid, Sistazz dei Nitty Gritty, Aaron Dilloway e altri.

Definito "il poeta laureato dell'apocalisse" da Pitchfork, la musica di Ayewa contiene una moltitudine di strumenti, voci e cacofonie che affrontano temi di afrofuturismo e memoria collettiva pensando ai precursori del jazz, dell'hip hop e della poesia beat.

"La ricerca è una parte importante del mio lavoro, e la ricerca sulla storia (in particolare sulla storia, la filosofia e il tempo dell'Africa) è un interesse fondamentale", ha detto Moor Mother a proposito della musica incentrata sugli effetti del colonialismo britannico. "L'Europa e l'Africa hanno una relazione molto intima e brutale nel corso del tempo. Mi interessa esplorare questo rapporto di colonialismo e liberazione, in questo caso in Gran Bretagna".

 

Il primo brano dell'album, "Guilty", che vede la partecipazione di Mary Lattimore, Lonnie Holley e Raia Was, è una canzone tenera e d'atmosfera che inizia il nostro tour attraverso l'ossessione, resa dalla strumentazione dolce, quasi malinconica, e che richiama i crimini che sono stati pagati ma che sono ancora vivi.

La squisita bellezza e l'orrore evocati nella canzone sono contemporaneamente sogno e incubo traumatico. "Guilty" è stupefacente per la pregnanza e la tenerezza con cui ci invita a soffermarci nel nostro viaggio di fronte alla complicità della Gran Bretagna nella schiavitù e alle sue conseguenze, ma anche alla sua stessa realizzazione come ambiente costruito e formazione socio-politica.

"Lo sfollamento e i suoi effetti non vengono discussi abbastanza", afferma Moor Mother. "Il PTSD dello sfollamento dovrebbe essere al centro dell'attenzione, e mentre abbiamo l'opportunità di conoscere le cose che accadono nel mondo, abbiamo anche l'opportunità di conoscere noi stessi. Abbiamo subito tanti atti diversi di violenza sistematica".

Qual è dunque il terreno che siamo invitati a percorrere? Lo sfondo è costituito da due leggi del Parlamento: la legge sull'abolizione della schiavitù del 1833 che stabiliva un periodo di quattro anni di "apprendistato" durante il quale gli schiavi nei Caraibi britannici sarebbero passati dall'essere "schiavi" all'essere liberi. E la legge sull'abolizione della schiavitù del 1835 - un prestito che permise al governo britannico di prendere in prestito 20 milioni di sterline (17 miliardi di sterline nel denaro di oggi) con cui "risarcire" 46.000 proprietari di schiavi che stavano perdendo la loro "proprietà" a causa dell'abolizione legale della schiavitù. Un prestito che fu uno dei più grandi della storia. Un prestito che equivaleva al 40% delle entrate annuali del Tesoro. Un prestito che è stato finalmente estinto solo nel 2015. Un prestito che tutti i contribuenti del Regno Unito hanno contribuito a pagare; il che significa che anche tutti i discendenti degli schiavi di un tempo, compresa la cosiddetta Windrush Generation, hanno contribuito a pagare.

Quindi: Venite! Venite a vedere! Venite a vedere! Venite a sentire! Venite a vedere Londra, venite a vedere Liverpool, per la prima volta anche se per la milionesima. Conoscete la sua provenienza, conoscete il suo fascino. Dissipate la nebbia sui vostri occhi e sul vostro cuore, come se la famosa nebbia londinese fosse stata diradata dal richiamo della Madre del Moro. Perché The Great Bailout è proprio questo: una chiamata alla conoscenza attraverso una scena sonora che non ha paura di guardare negli occhi un'eredità violenta.

 

BIO

Musicista, compositrice, poetessa, artista visiva e curatrice in tournée nazionale e internazionale, la musica di Moor Mother, alias Camae Ayewa, è una dichiarazione per il futuro e un modo per onorare il presente e le sue connessioni storiche con una moltitudine di realtà passate. Il suo lavoro utilizza l'afrofuturismo come strumento narrativo, riconoscendo la sua capacità di dare potere alle persone nere e indigene emarginate e agendo come agitatore nel plasmare le narrazioni afrodiasporane del passato e del futuro.

Ayewa è anche cantante e musicista di tre gruppi collaborativi: il gruppo free jazz Irreversible Entanglements, il duo post-punk Moor Jewelry e il duo club/noise 700Bliss. Recentemente Irreversible Entanglements ha pubblicato l'anno scorso l'album Protect Your Light, acclamato dalla critica. Ayewa ha anche pubblicato numerosi album in collaborazione, tra cui quattro nel 2020 con YATTA, Billy Woods, Nicole Mitchell e Olof Melander.

È docente alla USC e Pew Fellow, Knight Foundation Art and Technology fellow, A Blade of Grass Fellow e Foundations for Contemporary Arts Fellow, Moog Sound Lab Resident e Wysing Arts Resident. Le sue opere sono state esposte anche al Guggenheim, al Brooklyn Museum of Art, a The Kitchen.

 

 

Tracklist
1. GUILTY FT LONNIE HOLLEY & RAIA WAS
2. ALL THE MONEY FT ALYA AL SULTANI
3. GOD SAVE THE QUEEN FT JUSTMADNICE
4. COMPENSATED EMANCIPATION FT KYLE KIDD
5. DEATH BY LONGITUDE
6. MY SOULS BEEN ANCHORED
7. LIVERPOOL WINS FT KYLE KIDD
8. SOUTH SEA FT SISTAZ OF THE NITTY GRITTY
9. SPEM IN ALIUM

  
Moor Mother online
https://www.moormother.net/
Instagram | Facebook | Twitter