Cerca

Banner 1
logo
Banner 2
PREVIEW, EVENTI E COMUNICATICOMING SOON
07/03/2020
One Eyed Jack
Nice Day
Oggi, 7 Marzo, dopo un silenzio discografico lungo quasi tre anni, esce “Nice Day”, il nuovo singolo dei One Eyed Jack, una cavalcata stoner con inserti desert e psych.
di La Redazione

Il brano è il primo della nuova era dei One Eyed Jack e parla di “dimensioni sovrapposte in cui la coscienza esce dalla concezione comune di tempo (ovvero “in avanti”) e procede per balzi improvvisi.”

“Il testo riecheggia Lou Reed nel suo incipit e non offre alcun appiglio narrativo, passando dal trapianto di organi al tradimento, dalla reincarnazione all’amore disperato e un senso di nostalgia. I personaggi si confondono, come spesso avviene nel quotidiano tra i diversi piani di esistenza, tutto è apparentemente slegato.”

“A livello sonoro stiamo portando avanti un percorso molto lucido. Non abbiamo la frenesia dei ragazzini che non siamo più, non ci facciamo gasare da ogni cazzata che ci capita a tiro, (in realtà non succedeva nemmeno a vent’anni). Stiamo imparando a farci le domande giuste e a lasciar vivere i pezzi di vita propria.”

Nice Day si basa su un semplicissimo riff dal sapore stoner che si ripete all’infinito per poi adagiarsi in un rarefatto crescendo strumentale. Il suono è il più distante possibile dai canoni del genere. Ci viene naturale non assecondare certi luoghi comuni, senza voler essere strani per forza che è il luogo comune più noioso di tutti. Inoltre ci stiamo affidando molto al nostro produttore Mat De Napoli, con il quale abbiamo ormai un’intesa consolidata e che ci mostra le cose da una prospettiva nuova.”

Il gruppo è un power trio nato in provincia di Brescia nel 2014.

I One Eyed Jack combinano elementi di noise rock, post punk e psych stoner, il tutto con marcate influenze dei primi anni 90.

Nei loro primi 3 anni di vita hanno fatto 3 tour europei, un minitour nel Regno Unito, hanno pubblicato il primo disco "Sea Plants Pollen" autoprodotto e distribuito da Unable Records, etichetta americana del New Jersey, ricevendo ottime recensioni.

Dopo aver firmato con FIL 1933 Group, giovane etichetta indipendente bergamasca, a Marzo 2017 hanno pubblicato "What 'm I getting high on?" e sono partiti per un tour di nove date in Germania, Francia e Belgio.

Nell’estate 2017 è avvenuto un cambio di formazione, Stefano Vanoni, già bassista del duo jazz core Hachiman, ha preso il posto di Giampietro Mollica che dopo 3 anni ha deciso di lasciare la band.

Dopo le prime date con la nuova line up, nell’autunno 2017 la band ha prodotto il videoclip di "Drama Shit" "Little Junior finally grew a beard" entrambi tratti dall’ultimo disco e prosegue il tour in promozione di "What 'm I getting high on?".

Dall'autunno del 2018 la band si è dedicata completamente alla creazione del nuovo disco che viene registrato e prodotto da Matteo De Napoli (Fil 1933) durante la Primavera e l’Estate del 2019.

Appena terminate le registrazioni e dopo un nuovo giro di date in Svizzera, Francia e Germania, Stefano Vanoni lascia la band. Dopo alcuni mesi di stallo, il trio si ricompone con l’ingresso di Veronica Massaro al basso.

Nel 2020 la band decide di pubblicare una serie di singoli come anticipazioni del disco che uscirà a Settembre, in data da definire.

TAGS: loudd | news | NiceDay | OneEyedJack